12Apr2021

Contro le disuguaglianze subite dalle persone con dislessia e altri DSA

Ispirato da un giovane avvocato con dislessia e frutto di un impegno congiunto con l’ASLA (Associazione Studi Legali Associati), il protocollo sottoscritto dalla Corte d’Appello e dall’Ordine degli Avvocati di Milano consentirà ai candidati con DSA (disturbi specifici di apprendimento) di avvalersi, in sede d’esame, delle necessarie misure compensative e dispensative. Secondo l’AID (Associazione Italiana Dislessia), è «un importante messaggio simbolico e di speranza per un futuro in cui essere dislessici non dovrà più essere motivo di possibile discriminazione»

 

«Per le persone adulte con DSA che si affacciano al mondo del lavoro – sottolineano altresì dall’AID – questo è certamente un importante segnale di cambiamento, ma molto ancora resta da fare». E a tal proposito va innanzitutto segnalato il Disegno di Legge n. 712 (Modifiche alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, e altre disposizioni per favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disturbi specifici di apprendimento), che ha come prima firmataria Anna Rossomando, il cui obiettivo è quello di consentire l’uso degli strumenti compensativi nei concorsi pubblici, nei test d’ingresso all’università, nell’esame teorico della patente e, appunto, negli esami per l’accesso agli Ordini.

L'articolo completo può essere letto a questo link.

 

Pin It
Sabato 8 Maggio 2021

Ricerca nel sito

ASLA Social

Eventi ASLA

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
6
8
9
10
11
13
14
15
16
17
18
20
21
22
23
24
25
27
28
29
30
31

I nostri siti


Iscrizione notiziario