Con l’accoglimento in UNI dell’Associazione degli Studi Legali Associati come socio di rappresentanza, molte migliaia di professionisti (avvocati, dottori commercialisti, esperti contabili) si trovano a contatto diretto con la normazione tecnica volontaria del nostro Paese, entrando a far parte di commissioni e gruppi di lavoro in tante materie di comune interesse. E poiché la caratteristica primaria dei professionisti e delle professioniste di ASLA è di essere al servizio del mondo dell’impresa a ogni livello, c’è senz’altro da ritenere che la collaborazione sarà proficua nell’interesse generale economico e dello sviluppo nazionale.

Certamente tanti giuristi e tributaristi già da tempo si trovano a valutare, interpretare e applicare le disposizioni di regolamentazione tecnica nell’interesse dei propri clienti, oltre che delle proprie stesse organizzazioni professionali. La novità è dunque nella sistematicità dell’approccio a questi standard dettagliati e pervasivi, nella possibilità per i professionisti di ASLA non solo di avere accesso diretto al patrimonio di conoscenze di cui UNI è custode e gestore, ma anche di poter contribuire alle necessità di analisi e sviluppo di UNI stesso per le materie specialistiche di loro competenza.

Aggiungiamo che per ASLA come Associazione e gli studi che ne fanno parte l’obiettivo, da vent’anni a questa parte, è contribuire alla comprensione e diffusione della cultura dell’associazionismo professionale, con l’indispensabile corollario dell’applicazione delle migliori prassi organizzative e tecniche (anche affinate da esperienze internazionali) per la valutazione e gestione di rischi e opportunità. In questo senso, la miglior prova dei frutti di questo incontro è la nuova norma UNI 11871 che definisce i principi organizzativi e gestione dei rischi connessi all'esercizio della professione per la creazione e protezione del valore.

In 24 pagine e un’appendice, il testo copre tutti gli aspetti principali dell’attività professionale, dalla selezione dei collaboratori ai rapporti con i clienti, dalla comunicazione alla sostenibilità. Ne sono destinatari su base volontaria i professionisti ovunque operanti in Italia (studi individuali, associati, cooperative e società tra professionisti). Un manuale di istruzioni che non si addentra nel sapere professionale ma contribuisce a farlo fruttare al meglio.

Un documento universale, comprensibile, certificabile; realizzato tramite un lungo cammino comune e ora a disposizione di tutti i professionisti interessati, in qualunque modo esercitino la loro professione.

(Articolo a cura dell'Avv. Fulvio Pastore Alinante, apparso sulla rivista Standard, periodico di UNI, numero 2 di marzo 2023).